D’Amato: “Lo scrittore è uno youtuber, così i testi acquistano leggerezza”

La titolare della libreria Mondadori: le opere nate dalla rete come dei veri e

propri fenomeni che diventano bestsellers

Assunta D’Amato è la titolare della libreria Mondadori di Avellino.

D’Amato, qual è il genere che vende di più, anche in base alle fasce d’età?

“La saggistica ad Avellino è molto venduta ed il suo acquirente tipico è soprattutto maschio e adulto. Le donne prediligono i romanzi. Anche i classici sono ampiamente venduti, poichè spesso suggeriti dalle scuole. Il genere preferito dai ragazzi è il fantasy, credo che i libri della saga di Harry Potter siano i più venduti in assoluto”.

Che cosa pensa del fenomeno dei libri nati dalla rete?

“Sono stati dei veri e propri fenomeni. A riscuotere molto successo sono specialmente quelli pubblicati in anteprima su piattaforme digitali, come Wattpad. Noto che ormai i social sono una grande fonte per le vendite, è più facile pubblicizzare un libro su un social che su una rivista di cultura. I libri più venduti da un paio d’anni a questa parte sono quelli degli youtuber”.

Quindi, nell’arco della sua esperienza ha notato un cambiamento rispetto alla tipologie dei libri più acquistati?

“C’è stato un cambiamento delle tendenze e delle metodologie di pubblicità di un libro. I libri continuano comunque a essere pubblicati, i ragazzi sono più attratti dalle tipologie nate da internet”.

Si può dire che, in linea generale, si è protesi più verso l’acquisto di libri la cui caratteristica è la leggerezza?

“Probabilmente sì. Ma io non sono per la denigrazione della lettura,di qualsiasi tipo. Se non altro, questi fenomeni hanno l’indubbio valore di avvicinare i ragazzi al libro. Per me non c’è un libro spazzatura e un libro valido. Sicuramente ci sono libri più validi di altri, ma tutti hanno il grande merito di far leggere. L’importante è che si legga”.

 

Qual è il giorno in cui c’è maggiore affluenza?

“Sicuramente il sabato ed il fine settimana”.

Qual è la fascia di età che compra di più?

“La fascia anziana, anche per una questione di tempo che ha a disposizione per la lettura”.

Trova piacevole lavorare in un ambiente del genere?

“Certo. Io ho voluto aprire una libreria, la lettura è una mia grande passione”.

Benedetta Dello Russo e Vera Siciliano
Precedente Acampora: "Una città virtuosa per la musica, la passione guida le scelte" Successivo Carlino: "Fantasy e romanzi rosa, ma chi compra ha più di 30 anni"

Lascia un commento